Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Ambasciatrice italiana in Cile, Valeria Biagiotti, insieme al team dell’Ambasciata ha accolto la riproduzione a grandezza naturale di Mafalda

WhatsApp Image 2024-06-05 at 15.59.28 (2)

L’Ambasciata italiana in Cile ha accolto oggi l’iconica riproduzione a grandezza naturale di Mafalda, protagonista dell’omonimo e celebre fumetto dell’argentino Joaquín Lavado.

Grazie all’iniziativa “Estación Mafalda”, promossa dalla Municipalità Providencia e dalla casa editrice Penguin, Mafalda è attualmente in tour nei luoghi più significativi del comune di Providencia per celebrare non solo l’eredità culturale del fumetto, ma anche il suo potente messaggio sociale.

Fin dalla sua creazione nel 1964, Mafalda è diventata simbolo per la lotta per i diritti delle donne influenzando generazioni di lettori sull’importanza della parità di genere e l’invito a riflettere sul ruolo della donna nella società. Con il suo spirito critico, la sua vivace intelligenza e un forte desiderio di cambiamento, ha affrontato temi complessi ed attuali, schierandosi in prima linea contro le ingiustizie sociali e sostenendo con fervore l’emancipazione del ruolo della donna. La sua visione, fondata sull’uguaglianza di genere e sull’empowerment femminile, rappresenta un modello di ispirazione necessario ancora oggi per combattere gli stereotipi e la violenza di genere, che purtroppo persistono nella società.

La scelta di far sedere Mafalda sulla panchina rossa, installata in Ambasciata in occasione della Festa Internazionale della Donna dell’8 marzo su impulso del Vice Presidente del Consiglio/Ministro degli Affari Esteri Tajani, è stata particolarmente significativa. Da sempre la panchina non è solo un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, ma rappresenta anche un luogo di riflessione e sostegno per quante nel tempo siano state vittime di violenza. È un segno tangibile dell’impegno del governo italiano a promuovere l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile non solo a livello nazionale, ma anche attraverso la sua rete diplomatica nel mondo.

“È necessario un impegno costante e quotidiano per scardinare gli stereotipi che fanno ancora parte delle nostre società. Sono orgogliosa di essere la prima donna italiana che ricopre il ruolo di Ambasciatrice in Cile, un Paese profondamente attento all’uguaglianza di genere” ha dichiarato l’Ambasciatrice Biagiotti, mentre Mafalda, con il suo sguardo critico e il suo impegno per i diritti delle donne, sedeva accanto a lei sulla panchina rossa.