Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Italia e Cile

Il Cile è una Repubblica presidenziale composta da 14 regioni più la regione metropolitana di Santiago.

Il sistema politico è di tipo presidenziale. Il Presidente della Repubblica, eletto dal popolo, è anche Capo dell’Esecutivo. Resta in carica per 4 anni e non può essere rieletto per un mandato consecutivo. L’attuale Presidente della Repubblica è Gabriel Boric, in carica dal marzo 2022.

Il Potere Legislativo è affidato al Parlamento, che è composto dalla Camera dei Deputati (155 Deputati) e ha un mandato di 4 anni, e dal Senato (50 Senatori) che ha un mandato di 8 anni e viene rinnovato parzialmente ogni quattro.

A seguito delle imponenti manifestazioni popolari dell’ottobre 2019 (il cosiddetto “estallido social”), le forze politiche cilene hanno sottoscritto un’intesa per l’avvio di una stagione costituente. Un anno dopo, il 25 ottobre 2020, un referendum popolare ha sancito che il Cile si doterà di una nuova Costituzione.

Nel maggio 2021 la popolazione ha eletto i membri dell’Assemblea costituente. La proposta di Costituzione elaborata dall’Assemblea costituente è stata respinta con il referendum popolare del 4 settembre 2022, col 61,86% dei voti contrari e il 38,14% favorevoli.

Il nuovo processo costituente, tuttora in corso, è stato avviato nel dicembre 2022. I cileni hanno eletto nel maggio 2023 i cinquanta membri  del Consiglio costituzionale, mentre il Parlamento ha nominato i 24 membri della Commissione di esperti. E’ stato inoltre creato un Comitato tecnico di giuristi che vigila sulla legittimità delle proposte di riforma. La popolazione sarà chiamata a pronunciarsi sulla nuova proposta di Costituzione attraverso un nuovo referendum che si terrà il 17 dicembre 2023.