Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

PROGETTO #ItaliaconChilecontraelCovid

Data:

28/07/2020


PROGETTO #ItaliaconChilecontraelCovid

Inizia questa settimana il progetto #ItaliaconChilecontraelCovid, organizzato dall'Ambasciata d'Italia a Santiago in collaborazione con l'Università del Cile e l'Istituto Nazionale Malattie Infettive "Lazzaro Spallanzani" di Roma e l'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L'iniziativa é stata resa possibile grazie a importanti donazioni di due grandi aziende del Sistema Italia presenti in Cile e al contributo dell'azienda Rossiglioni Impianti Srl, ed é stata risaltata dai media cileni attraverso un articolo pubblicato dal principale quotidiano nazionale "El Mercurio" (cliccare per leggere l'articolo) e dal canale televisivo Canal 13 (cliccare per vedere il video).

Il progetto vuole testimoniare i sentimenti di profonda solidarietà e fraternità che storicamente legano l'Italia e il Cile, nel momento in cui quest'ultimo si trova ad affrontare la delicatissima fase del superamento del picco della pandemia. Con questa iniziativa, riassumibile in compartir experiencias, salvar vidas, l'Italia farà sentire la propria vicinanza al popolo cileno mentre attraversa una situazione difficile e complessa.

Tre sono le tappe del progetto: la prima consta della donazione di diciotto ventilatori meccanici, che rafforzeranno la capacità delle unità di terapia intensiva dell'Hospital Clinico della Università del Cile e della rete ospedaliera del Ministero della salute cileno. La seconda prevede la missione in Cile di un team di cinque dottori e due infermiere - sei di loro dello Spallanzani - che metteranno a disposizione dei colleghi cileni la loro grande esperienza e conoscenza in un ampio spettro di situazioni legate al COVID. Il team giungerà a Santiago questo venerdì, dove permarrà per tre settimane per svolgere attività di supporto all'Hospital Clinico e all'Università del Cile. Tra di esse, seminari, sessioni divulgative, attività di osservazione, pianificazione e formazione del personale COVID. Infine, l'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo effettuerà alcune sedute di videoconferenza e di telemedicina.

Nessun Paese ha finora fornito una assistenza così specializzata ed articolata al Cile durante la pandemia e per tanto l'iniziativa ha ricevuto un'accoglienza molto positiva da parte della comunitá cilena e italiana residente e delle autoritá nazionali.

Per maggiori dettagli e/o informazioni specifiche sul progetto é possibile scrivere alla mail: redesembajadaitalia@gmail.com 

 


640